I RACCONTI di Best Location: sostenibilità di un container

Sostenibilità container

Sostenibilità ambientale: come si trasforma un container!

L’architettura abbraccia la considerazione di tutto l’ambiente fisico che circonda la vita umana; non possiamo sottrarci ad essa, finché facciamo parte della civiltà, poichè l’architettura è l’insieme delle modifiche e alterazioni introdotte sulla superficie terrestre in vista delle necessità umane, eccettuato solo il puro deserto.

– William Morris –

Un chiaro esempio di ciò che William Morris pronunciò durante la Conferenza alla London Institution nel 1881 possono essere i container, contenitori metallici protagonisti di possibili soluzioni per un’architettura sostenibile, che nasca, appunto, dal riuso di materiali esistenti e dismessi; basti pensare che sono quasi 18 milioni, attualmente, i container presenti sulle flotte mercantili di tutto il mondo

Da un punto di vista di sostenibilità ambientale, gli aspetti positivi di questa scelta di “revamping”, sono principalmente due:
1. il recupero ed il riuso di una sempre crescente quantità di container che altrimenti vedrebbero una eliminazione attraverso i più comuni canali di smaltimento dei rifiuti
2. la riduzione delle emissioni inquinanti derivanti dalle normali attività edilizie, che prevedono l’utilizzo di cemento e di altri materiali dal forte impatto ambientale.

Vogliamo citare, qui, alcuni dei progetti più interessanti creati e realizzati con i container:

– Jure Kotnik ha creato una struttura un po’ stravagante, la 2+Weekend House, una casa completamente a pois, ma piena di confort all’interno, dove troviamo cucina abitabile, salottino e terrazza.

– A Zurigo è stato costruito un intero negozio Freitag in metallo: una torre di 17 container progettata dallo studio di architetti Spilmann-Echsle, che rispecchia l’animo del marchio di borse di cui è sede, realizzate tutte con materiali riciclati.

– Rimanendo in tema di utilizzo di container in architettura ad uso pubblico, come non segnalare il nuovo terminal per navi da crociera del porto di Siviglia, progettato da Hombre de Piedra e Buro’4: due livelli modulari di container dipinti di bianco che alternano lunghezze differenti in un gioco di geometria optical.

– Azienda Agricola fatta di container, la Fattoria di Tony , uno spazio che vuole promuovere a 360° uno stile di vita naturale.

Ma più interessante ancora è il progetto Container City, un nuovo metodo di gestione dello spazio urbano, che ha visto la costruzione di edifici nella zona est di Londra completamente in metallo.

Quello che vogliamo raccontarvi, attraverso le nostre pagine, sono case histories, esperienze, reportage, che descrivano, concretamente, come si possa partire da un container grezzo in disuso per arrivare a veri e propri pop-up centri commerciali, che offrono nuove possibilità alle piccole imprese che altrimenti non sarebbero in grado di permettersi affitti elevati in location convenzionali. E sarà dal Progetto BOX Park di Londra (un vero e proprio centro commerciale fatto con i container) che partiremo con le nostre prossime indagini.

Stay Tuned…e non perdete i prossimi singoli approfondimenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *